Virtualizzare Windows su Mac con VirtualBox

Quando si ha la necessità di usare programmi che girano sono su Windows le soluzioni sono due, eseguire Windows su Mac con Assistente BootCamp oppure virtualizzarlo utilizzando software di terze parti.

In questa guida vedremo come virtualizzate il sistema operativo di Microsoft utilizzando l’applicazione open source VirtualBox. Per effettuare l’operazione occorrerà scaricare il programma da questo sito https://www.virtualbox.org/wiki/Downloads ed avere a disposizione una copia originale di Windows.

Dopo aver scaricato ed installato VirtualBox occorrerà lanciarlo poi fare clic sul pulsante “Nuova” e procedere alla creazione della macchina virtuale.

configurazione virtualbox

 

I passaggi da seguire sono i seguenti:

1. scegliere un nome da assegnare alla macchina virtuale (nell’esempio Windows 10)

configurazione virtualbox

2. selezionare la quantità di RAM da allocare (nell’esempio 2GB)

configurazione virtualbox

3. scegliere come gestire l’allocazione dello spazio sul disco virtuale (nel nostro esempio sceglieremo “Dimensione specificata”)

configurazione virtualbox

4. definire il nome da assegnare al disco virtuale e dove verrà memorizzato facendo clic sull’icona della cartella in alto a destra della maschera e selezionare la sua dimensione (nell’esempio 32GB)

configurazione virtualbox

Al termine di questi passaggi occorrerà selezionare dalla colonna di sinistra del programma la macchina virtuale appena creata poi fare clic sul pulsante “Impostazioni” per definire gli altri parametri di configurazione:

configurazione virtualbox

5. dalla scheda Schermo impostare la dimensione della memoria video (es. 128MB)

configurazione virtualbox

6. dalla scheda Archiviazione selezionare il lettore ottico dall’albero di archiviazione posto sulla sinistra poi dalla colonna di destra selezionare la casella “Live CD/DVD” e fare clic sull’icona a forma di cd, selezionando poi la ISO di Windows che si vuole installare

configurazione virtualbox

7. dalla scheda Rete abilitare la scheda di rete e impostare la voce “Connessa a” come “Scheda con bridge”

configurazione virtualbox

nota: dalle altre schede sarà poi possibile abilitare ad esempio le porte USB del Mac, le cartelle condivise, il copia e incolla bidirezionale ecc.

Adesso fare cli sul pulsante “Avvia” per far partire il processo di installazione di Windows

configurazione virtualbox

Al termine dell’installazione che durerà circa 30 minuti spegnere la macchia virtuale e ricordarsi di rimuovere da
Impostazioni > Archiviazione il disco del lettore virtuale attivato al punto 6. Al successivo riavvio della macchina virtuale sarà possibile eseguire Windows.

Alla prossima!

 

 

 

 

FacebookTwitterGoogle+